domenica 26 luglio 2015

Medicina estetica Varese: la parola all’esperto

La medicina estetica è uno dei temi contemporanei più caldi e dibattuti negli ultimi anni, perché è una disciplina che racchiude una serie di tecniche innovative, le quali consentono di modificare e migliorare nettamente il proprio aspetto, in particolare di alcuni punti del viso, senza dover ricorrere a metodi invasivi o a operazioni chirurgiche. Grazie alle ultime tecniche messe a disposizione dalla tecnica degli ultimi anni, oggi è possibile contrastare molti inestetismi e i segni dell’invecchiamento senza dover necessariamente sottoporsi ad un intervento di chirurgia. E allora, quali tecniche vengono utilizzate solitamente? Quali sono i loro benefici? Abbiamo chiesto a Marco Castelli, un dottore esperto di medicina estetica a Varese, che opera anche in altre zone d’Italia e in Svizzera, per capire da vicino quali sono i metodi alternativi e non invasivi per migliorare il proprio aspetto senza dover affrontare un’operazione. “Tra le zone più richieste per questo tipo di interventi ci sono sicuramente la fronte e gli zigomi. Solitamente utilizzo per i miei pazienti tre tipi di soluzione: l’acido ialuronico come filler, la tossina botulinica e le iniezioni biorivitalizzanti antiaging. – ha spiegato il medico - Per il buon esito e la sicurezza del trattamento è fondamentale rivolgersi a professionisti esperti e qualificati, che fanno uso di preparazioni riassorbibili al 100% dall’organismo”. Ma vediamo nel dettaglio quali sono del viso vengono trattate con più frequenza da questi metodi alternativi soft, più semplici e rapidi rispetto alle tecniche operatorie tradizionali. “Per spianare le rughe orizzontali della fronte, le rughe verticali tra le sopracciglia nonché ridurre le cosidette “zampe di gallina” – ha continuato Castelli - si utilizza prevalentemente il “botulino”. La tossina botulinica agisce sulla trasmissione degli impulsivi nervosi ai muscoli d’espressione e genera un effetto distensivo che è evidente dopo una settimana dal trattamento e permane generalmente per circa 6 mesi. Il risultato è una fronte più liscia, un contorno occhi meno segnato e uno sguardo più luminoso”. E in caso di eccessivo dosaggio? Niente paura! In questi casi possono subentrare alcuni effetti collaterali, come fissità del volto o caduta della palpebra, ma nell’arco di al massimo sei mesi tutto ritorna nella norma. In ogni caso, per evitare questo tipo di inconvenienti è necessario rivolgersi a professionisti competenti.