martedì 24 luglio 2018

A Chamois il Festival CHAMOISic giunge alla IX Edizione

Salire in funivia a 1800 metri è come fare un tuffo in mare: d’improvviso sei avvolto dalla freschezza, da un'aria frizzante e leggerissima, lontano dall'afa e dallo stress della città. A Chamois, a 1815 metri di altitudine nella Valle del Cervino, il silenzio è unico: dagli anni '70, per volontà popolare, le auto non possono circolare. Ed è in questo silenzio che, da nove anni, il piccolo Comune aderente al network internazionale Alpine Pearls, ospita con amore CHAMOISic, un festival musicale anomalo, innovativo, provocatorio per le sue proposte artistiche trasversali rispetto ai linguaggi compositivi, poiché in grado di accostare i più disparati generi musicali per creare ad ogni edizione una colonna sonora d'avanguardia che si armonizza perfettamente in uno scenario mozzafiato di prati verdi e case di legno. Chamois è collegata al mondo da un impianto a fune e da un sentiero, ma per chi ci vive questo significa avere un forte spirito di adattamento. Il festival è il semplice incontro tra gli abitanti, il pubblico e gli artisti: una forma di resilienza alle difficoltà del vivere lassù.
Il programma della nona edizione, che ha preso l'avvio il 20 luglio e terminerà il 5 agosto, prevede musicisti di indiscusso talento in ambito jazz ed al tempo stesso da altri territori musicali a metà tra innovazione e tradizione. Saranno numerose le anteprime e gli eventi collaterali come masterclass e passeggiate sonore nei sette Comuni della Valle coinvolti con tredici spettacoli rigorosamente ad ingresso gratuito. Dal jazz alla musica antica e di contaminazione; dall’improvvisazione all'elettronica all’uso di nuovi strumenti elettroacustici; dalle tradizioni musicali rivisitate alla scoperta di suoni di paesi lontani; il tutto inserito in un magnifico contesto di natura libera ed incantata, di aria pulita, condivisione e dialogo attraverso la musica ed oltre.
Il programma degli eventi in programma è consultabile all'indirizzo https://chamoisic.com/programma/
Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it)
Video teaser: https://bit.ly/2NGNTFc
Info: info@chamoisic.com - www.chamoisic.com

martedì 17 luglio 2018

Da oggi le finestre parlano un nuovo linguaggio: il catalogo emozionale di Pavanello Serramenti




Un nuovo modo di concepire i serramenti rende necessario un diverso modo di presentarli. Da quest’anno il catalogo Pavanello Serramenti cambierà totalmente, mettendo da parte i tecnicismi per lasciare spazio alle emozioni, alle persone e alle loro “storie di casa”.


La felicità di guardare fuori e di osservare il proprio mondo, ogni volta come se fosse un’esperienza unica”: si potrebbe sintetizzare in questa frase l’intento del nuovo catalogo di Pavanello Serramenti. A partire da quest’anno il catalogo Pavanello cambia faccia per dare importanza a quello che conta davvero: le emozioni e le storie delle persone che ogni giorno vivono i prodotti Pavanello.

L’aggiornamento del catalogo riguarda prevalentemente lo stile. Per esprimere al meglio l’attenzione di Pavanello ai clienti e alle loro esigenze, il catalogo è completamente focalizzato sulle emozioni e sulle storie personali. Per questo, al fine di descrivere i prodotti Pavanello, sono stati individuati 15 soggetti per raccontare, attraverso le loro storie, i prodotti Pavanello e il motivo per cui vengono scelti.

E così la descrizione tecnica dell’Eternity Clima, con numeri e dati, lascia spazio a chi l’ha scelta e perché (come ad esempio Roberto, chef di 45 anni, che non sopporta il freddo e ama il calore del legno e quindi ha scelto delle finestre sostenibili che possano assicurare il corretto clima in ogni stagione). In questo modo a rappresentare al meglio i prodotti dell’azienda di Rovigo sono le persone, i loro sogni e le loro aspettative, e grazie all’utilizzo dello storytelling entriamo nel loro mondo e riusciamo a capirne le reali emozioni ed esigenze.

Il catalogo è dunque stato realizzato capovolgendo quello che è il modo tradizionale di creare materiale promozionale.  L’attenzione si sposta dal prodotto al cliente: i protagonisti diventano le persone, che utilizzeranno e vivranno per moltissimi anni una finestra, intrecciandosi a un racconto che parte dal carattere e dalle esigenze delle persone e finisce nella descrizione del quotidiano del personaggio. Storie di chef ma anche di casalinghe, avvocati fino ad arrivare alla divertente famigliola di Elisa (commercialista), Tommaso (barman) e del simpatico Tobi, il cucciolo di casa.

Uno dei capisaldi della Pavanello è l’attenzione al cliente e alla sua evoluzione. Quando realizziamo le nostre finestre partiamo sempre dal cliente, dalle sue esigenze e problematiche per creare non una semplice finestra ma un prodotto che risolva i suoi problemi e faccia vivere le persone meglio. Il catalogo nasce proprio da qui, per esprimere fin dal primo approccio la grande attenzione di Pavanello Serramenti per le persone, per tutti noi prima che per i prodotti. Ecco che troviamo storie di persone, abitudini, situazioni di vita ma anche sentimenti che rispecchiano una persona come noi. Insomma, abbiamo voluto mettere realtà e sentimento al primo posto.

Nel catalogo non si trascura però di elencare le caratteristiche che da sempre valorizzano i prodotti Pavanello, come l’efficienza superiore alla media, l’elevato isolamento termico, acustico, tecnologie anti-spiffero e tutti i vantaggi delle più avanzate tecnologie multimediali come il QR code, senza dimenticare gli elevati standard antieffrazione.

È possibile visionare già da ora il nuovo catalogo Pavanello Serramenti a questo link.

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L’Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com

giovedì 12 luglio 2018

Senza uscita è il singolo dei Paper Walls

in radio e sui principali digital stores il brano  del giovane gruppo pugliese 
La sonorità rock si fonde con la dolcezza della poesia concedendo istanti di serenità intervallati da momenti di intensa passione, l’equilibrio fragile e vitale che caratterizza l’amore.

Senza uscita affronta il difficile test radiofonico, ma sicuramente dimostra con quanta passione e con quanta cura i giovani intraprendono un cammino difficile, senza passare per i talent televisivi, partendo da quella “cantina” da dove, la storia ne è testimone,  sono nati artisti e progetti che hanno segnato il  tempo . 
Provenienti dalla soleggiata Puglia, quattro ragazzi sbadati ma pungenti, intraprendenti osservatori, simpaticamente critici, completamente differenti tra loro, accomunati dalla stessa passione, quella per le "note musicali". 


I Paper Walls nati nel 2010 da un’idea del chitarrista Nicola Renigaldo,  muniti di fantasiose melodie, accompagnate da testi realistici e irriverenti, raccontano le stranezze della società attuale lasciando trapelare nelle loro canzoni sempre risvolti profondi ed emotivi. Nonostante la loro giovane età riescono a dipingere un quadro chiaro e nitido della realtà' adoperando però sottili e divertenti sfumature. Hanno all’attivo più di cento concerti ed attualmente sono in studio per il loro primo  album.
I Paper Walls :
Sonia Belvedere Voce
Nicola Renigaldo Chitarra
Antonio Di Lauro  Basso
Fabio Conoscitore Batteria 


Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play


mercoledì 11 luglio 2018

Con Emotion Park arriva in Italia la rivoluzione della motor shopping experience

Emotion Park è uno dei più recenti ed innovativi progetti di Irgenre Group, storica società campana operativa nel settore dello sviluppo e della gestione di grandi superfici commerciali. Il nuovo parco tematico sarà interamente dedicato al mondo dei motori e si impernierà intorno ad un innovativo modello di vendita che baserà la relazione tra l’azienda ed il pubblico sul concetto di “emozionalità”.
Con lo scopo di coinvolgere gli appassionati e, in genere, tutti i fruitori di veicoli a motore, Emotion Park offrirà ai suoi visitatori un’inedita esperienza di acquisto e di fruizione degli spazi, molto vicina alla logica dei centri commerciali: fulcro di tutto il progetto è l’obiettivo svecchiare il sistema di vendita dei veicoli, basato ancora oggi su modelli superati, rimasti inalterati, come ribadito anche dal ceo del gruppo Paolo Negri, da quarant’anni a questa parte.

Spazi e servizi innovativi

Gli spazi espositivi di Emotion Park - www.emotionpark.it - curati da Irgenre in collaborazione con la International Design, sono stati concepiti per favorire l’esperienza del consumatore, che potrà trovare all’interno della medesima struttura tutto ciò che può essergli utile per conoscere le principali novità presenti sul mercato e per valutare con maggior discernimento i suoi futuri acquisti.
Il sito scelto per la realizzazione della struttura sorge nelle immediate vicinanze degli scavi archeologici di Pompei, in un contesto ben servito e dotato di un’efficiente rete viaria, che sarà ulteriormente ampliata con l’adozione di un nuovo svincolo dedicato dell’autostrada A1. Le attività condotte all’interno del parco tematico mireranno a coinvolgere in maniera continua e sistematica gli appassionati: Emotion Park, infatti, sarà teatro di un ricco calendario di eventi, come presentazioni editoriali e commerciali, corse su pista, spettacoli, raduni di veicoli storici e sportivi e molto altro ancora. Non solo: per permettere ad ogni potenziale acquirente di auto, moto e veicoli commerciali di toccare con mano le caratteristiche del prodotto prescelto, e di confrontarle in maniera diretta con quello delle alternative proposte dalla concorrenza, sarà possibile testare ogni veicolo all’interno di un’apposita pista di prova. Il tracciato sarà periodicamente impiegato anche per l’organizzazione di sessioni di prova cronometrate e di corsi di guida sicura e sportiva.

Scopriamo insieme cosa offre di nuovo Emotion Park

Emotion Park offrirà i suoi ampi spazi espositivi ad un totale di oltre 200 tra i più noti e prestigiosi marchi del mondo dei motori, garantendo una vetrina di rilievo anche a 30 famosi brand del settore della ristorazione. Il centro ospiterà anche un lussuoso hotel che permetterà di offrire un importante ed ulteriore punto di riferimento per la gestione dell’immenso traffico turistico che interessa la zona degli scavi pompeiani. In questo modo, l’intera superficie del centro potrà essere eletta a bacino di interesse primario di un’utenza trasversale, divenendo una vera e propria attrazione per i quasi 4 milioni di turisti che ogni anno visitano Pompei.

Emotion Park offre delle opportunità di investimento da non perdere

Il progetto di Emotion Park, imperniandosi su nuovi criteri di vendita, contribuirà a determinare lo svecchiamento del proprio mercato di riferimento, offrendo quindi un palcoscenico importante per tutte le aziende motoristiche desiderose di presentare in una cornice adeguata la propria gamma di prodotti.
Accorciare le distanze ancor oggi esistenti tra azienda e cliente rappresenterà inoltre la chiave di volta per snellire l’intero processo di vendita di un veicolo. L’obiettivo primario è quello di permettere ad ogni consumatore che identifichi nell’auto, nella moto, nel mezzo commerciale e nell’imbarcazione un irrinunciabile strumento utile al proprio lavoro e alla propria vita privata di valutare con maggior semplicità ogni possibile acquisto.
Questa considerazione assume ancor più valore in un paese come l’Italia, uno dei primi in Europa a sposare con convinzione la logica di vendita propria dei centri commerciali

Vedere il locale finito ancora prima di iniziare: ecco la rivoluzione di Localiarreda grazie alla realtà aumentata




Grazie ad una nuova tecnologia e a sofisticati rendering 3D sarà finalmente possibile vedere la resa finale di un progetto prima ancora di iniziare i lavori


Da oggi i ristoratori potranno andare oltre l’immaginazione: Localiarreda consentirà ai committenti di vedere in anteprima la resa finale dei propri progetti grazie a un avanzato software di realtà aumentata e sofisticati rendering 3D, che consentiranno all’utente di navigare e interagire con l’ambiente, proprio come nella realtà.
Il progetto è nato dalla considerazione che non sempre l’immaginazione risulta sufficiente per avere ben chiara la resa finale di una ristrutturazione o di un locale completamente nuovo, ma è necessario qualcosa di più. Si è partiti proprio da qui per realizzare un ulteriore servizio aggiuntivo che permetterà non solo di vedere compiuto un progetto prima solamente immaginato, ma anche di navigare nello spazio virtuale e interagire con l’arredamento e il design dell’ambiente.

Il software consente di creare un dettagliato modello 3D dell’ambiente che si intende realizzare per poi essere successivamente inviato a un dispositivo indossabile (come uno smartphone o un device per la realtà aumentata) che sfruttando i sensori di movimento permette di vivere virtualmente quello che sarà il locale definitivo. Non solo visualizzazione a 360°: la realtà aumentata permette all’utente anche di interagire con l’ambiente e l’arredamento, cambiando colori e disposizione a piacimento per osservare immediatamente i risultati delle scelte di design.

Quando si idealizza un progetto” dichiara Andrea Nonni, CEO di Localiarreda “è sempre difficile per il committente immaginare come risulterà nella realtà, una volta finito. Così ci siamo chiesti come poter superare questo limite e offrire al cliente un piccolo assaggio del proprio locale proprio come se fosse finito. La realtà virtuale è stata la soluzione perfetta che ci ha consentito di dare una risposta certa alla domanda più difficile che un cliente possa fare: ‹‹il locale sarà davvero come me lo sono immaginato?››”

Questo esclusivo servizio di Localiarreda permette così di offrire al cliente un servizio davvero chiavi in mano, dall’immaginazione alla costruzione finale senza nessun compromesso.

A questo link (http://www.localiarreda.net/realta-aumentata/) è possibile visionare un video di presentazione del progetto di realtà aumentata.

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L’Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com

mercoledì 27 giugno 2018

L’Ippogrifo® condividerà nuovi contenuti gratuiti sul marketing B2B attraverso un nuovo canale informativo



Nel 2018 l’agenzia di marketing specializzata nel business to business incrementerà la diffusione di contenuti esclusivi con un nuovo e attesissimo gruppo Facebook.

Nasce un nuovo gruppo Facebook interamente dedicato al marketing e alle vendite B2B, con contributi di professionisti del settore e manager del marketing. Il gruppo è parte della strategia de L’Ippogrifo® di diffusione e promozione della cultura del marketing business to business alle imprese ma anche a professionisti che ogni giorno hanno a che fare con questo dinamico settore.

In un mercato che si evolve continuamente, restare aggiornati sui principali trend e conoscere le strategie di marketing e vendita più efficaci è fondamentale per qualsiasi azienda che intenda crescere. L’Ippogrifo®, agenzia di marketing B2B di Trieste, lo sa bene e per facilitare le imprese italiane da diversi anni ha incrementato la diffusione di contenuti specifici sul B2B per accrescere sempre più la consapevolezza delle PMI e degli imprenditori italiani sul tema.

Andrea Zucca, CEO dell’agenzia, annuncia così la nuova iniziativa: “Il marketing per le imprese non può prescindere dalla formazione: è questo uno dei pilastri su cui si fonda il pensiero de L’Ippogrifo® che da diversi anni si batte per la promozione della cultura del marketing nelle PMI. Per questo già nel 2016 abbiamo creato il blog tematico Marketing e Vendite B2B, un contenitore di risorse e consigli che condensano tutta l’esperienza accumulata in 20 anni di attività dell’agenzia. Ora L’Ippogrifo® vuole fornire ulteriori spunti cominciando la diffusione di contenuti esclusivi sul marketing e le vendite B2B anche attraverso il nuovo gruppo Facebook.”

Nasce così L'Ippogrifo® - Marketing e Vendite B2B, un gruppo che vuole essere luogo di incontro per lo scambio di consigli, la diffusione di casi pratici e il confronto di esperienze utili sul marketing e lo sviluppo commerciale B2B pensato per le PMI. L’idea di aprire un gruppo Facebook nasce dalla considerazione che oggi è sempre più facile trovare informazioni di ogni genere inerenti al marketing, ma sempre più difficile trovare informazioni specifiche, aggiornate e strettamente legate al mondo del business to business.

Nevio Zucca – Vice Presidente de L’Ippogrifo® – a tal proposito afferma: “Noi de L’Ippogrifo® da sempre ci teniamo anche a fare divulgazione e cultura, perciò abbiamo deciso di creare un gruppo in grado di facilitare l’incontro e il confronto tra imprenditori, direttori commerciali, responsabili marketing e venditori, che potranno così scambiarsi suggerimenti e magari soluzioni che permettano anche di evitare alcuni tra i più comuni errori che le aziende commettono frequentemente.

Oltre al blog, che ora vanta un seguito di oltre 2.000 utenti al mese, L’Ippogrifo® è stato anche editore del libro “Dopàti” (disponibile su Amazon) e prevede a breve l’uscita di un nuovo testo dedicato al marketing B2B. Con il gruppo di Facebook l’agenzia consacra la sua vocazione alla diffusione pratica di contenuti e la sua propensione per una “comunicazione social”.

Il gruppo nelle prime ore dal lancio ha raccolto già più di 250 iscritti ed è partito il ricco palinsesto di contenuti riservati agli utenti. Per iscriversi, trattandosi di un gruppo chiuso, è sufficiente inviare una richiesta a questo link: https://www.facebook.com/groups/ippogrifogroup/


L’Ippogrifo® è un’agenzia specializzata in marketing e vendite B2B che sviluppa progetti mirati a incrementare le vendite dei propri clienti, sia in Italia che all’estero. Fondata a Trieste nel 1996 dai fratelli Andrea e Nevio Zucca, ha una rete di consulenti operativa in tutta Italia; è socia di AssoCom e del Club del Marketing e della Comunicazione, di cui detiene la presidenza della sezione Triveneto. Dal 2010 è certificata ISO 9001. Per info: www.ippogrifogroup.com
info@ippogrifogroup.com


Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L'Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
Skype pastoressa.ippogrifo
www.ippogrifogroup.com

sabato 23 giugno 2018

NICOLE STELLA: “DOV’È ORO QUEL CHE LUCCICA” è il disco d’esordio uscito il 3 maggio 2018


Dopo numerose esperienze televisive, partecipazioni a concorsi e festival, e le aperture live per Stadio e Francesco Gabbani, la cantautrice vicentina presenta un disco dove indie, folk e pop sono tasselli compresenti di un concept musicale maturo ed intenso.


Il disco che nasce dal progetto “Nicole Stella” in collaborazione con Musicantiere Toscana è “Dov’è oro quel che luccica” e prende il nome da una frase della canzone “Vediamoci là”. I brani del disco ripercorrono alcune tappe della vita di Nicole degli ultimi anni, anni di passaggio all’età adulta e di esperienze che formano e interrogano. Molti testi, soprattutto quelli in collaborazione con altri autori vertono sul tema dell’amore con un senso sempre nostalgico ma, nell’intento dell’artista, mai banale. Quelli scritti interamente da Nicole invece, tentano di avventurarsi in altre direzioni, ne sono l’esempio “Vediamoci là” e “lei costruiva nel vento”.